Home |  Organismi dirigenti  |  La rete dei Circoli  |  I nostri Eletti  |  Donne democratiche  |  Articoli  |  Materiali di Comunicazione  |  Newsletter  |  Link  |  Contatti  |
Feed RSS 
  venerdi 17 agosto 2018 Partito Democratico Reggio Emilia
| Politiche_2018 | Dichiarazioni | Documenti | Ambiente | Enti Locali | Feste PD | Giustizia Sicurezza | Lavoro Economia | Scuola | Diritti solidarietÓ | Parlamentari | Cons.Regionali |
Maino Marchi (Pd): FANTASIA OLTRE OGNI IMMAGINAZIONE

6 febbraio 2017

Pubblicato in: AttualitÓ

Il consigliere comunale di Correggio Andrea Nanetti, prendendo spunto dalla recente polemica con la sua collega di partito (Forza Italia) Elena Diacci, mi invita a non riesumare il fascismo e a darmi da fare, come tesoriere provinciale e notoriamente ras del PD provinciale, affinché si devolva almeno una parte dei proventi dei circa 50 immobili in vendita di proprietà della Fondazione Reggio Emilia Tricolore per ripianare i debiti relativi alla vicenda Encor, piuttosto che vedere svendere il patrimonio dei miei concittadini.

Le questioni sollevate meritano certamente una risposta.

Innanzitutto se gli esponenti di Forza Italia, ogni volta che si parla di antifascismo, non si comportassero come persone a cui è venuta l'orticaria, certamente vedrebbero fortemente ridotta l'attenzione, almeno da parte mia, sulle loro affermazioni.

In secondo luogo non so di quale ras va cianciando. Sono un semplice deputato, in via di conclusione dei propri mandati, che si è assunto l'incarico di fare il tesoriere, anche se si potrebbe meglio parlare di elemosiniere.

In terzo luogo il PD di Reggio Emilia e anche quello di Correggio non è proprietario di alcun immobile. Siamo in affitto, che non sempre riusciamo a pagare, di immobili della Fondazione citata dal consigliere Nanetti. Quindi come tesoriere non posso devolvere alcunché relativo a vendite, perché non sono entrate del PD.

Il PD non è i DS. Lo dimostra il fatto che l'ex sindaco di Correggio Marzio Iotti è stato esponente del PD, ma mai del PCI o del PDS o dei DS.

Siccome però sto collaborando con la Fondazione per cercare di affrontare congiuntamente i problemi delle sedi del PD e di gestione del patrimonio della Fondazione, non voglio sottrarmi al merito del problema posto.

Il patrimonio della Fondazione è reggiano, su scala provinciale. La Fondazione non può fare donazioni, perché rischierebbe di mettere a repentaglio l'equilibrio del suo bilancio. Figuriamoci se può vendere per poi devolvere le entrate a fini estranei alle sue finalità statutarie!  Sarebbe comunque ingiusto, se si vendesse un bene non collocato a Correggio, che ne beneficiasse il territorio correggere. Quindi restringiamo il campo a Correggio. L'attuale situazione è di difficile sostenibilità sia per il Partito che per la Fondazione. È un patrimonio che costa molto in termini di tasse e di gestione e il partito non ha sufficienti risorse per far fronte a tutti i costi. Quindi il primo problema è riportare in equilibrio la gestione. Inoltre il pezzo forte del patrimonio è il salone delle feste. Spero che nessuno sia convinto che sia fonte tale di reddito da avere la corsa di acquirenti. Nanetti parla del nulla. Quel patrimonio, anche per i vincoli d'uso che ha, può essere gestito, con molta fatica e molte difficoltà a far tornare i conti, solo da un partito con un alto livello di volontariato. L'alternativa non c'è.

Infine, non si è mai visto che se un'amministrazione causa dei danni patrimoniali a un ente paghi un partito. Le leggi prevedono tutte le modalità perché gli organi competenti rilevino le eventuali responsabilità dei precedenti amministratori. Non penso che la Corte dei Conti non approfondirà.

Credo invece che al consigliere Nanetti secchi il fatto che l'attuale amministrazione sta affrontando con rigore, competenza e capacità di individuare soluzioni una partita molto difficile. Inoltre non mi pare che si abbia intenzione di svendere alcunché.  Vendere non equivale a svendere. E stia tranquillo che Ilenia Malavasi e la sua squadra non svenderanno nulla.

Ah! Stavo quasi per dimenticarmene! Se il capo di Nanetti, Silvio Berlusconi, dovesse pagare per tutti i danni che ha prodotto all'Italia, non basterebbero ne' le ville ne' le TV.



TAGS:
parlamentari | 

Bookmark and Share





Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna

18 novembre 2017 - Matteo Renzi. Visita al Museo Casa Cervi dedicato alla storia dei movimenti contadini, dell'antifascismo e della Resistenza nelle campagne.
Agenda Appuntamenti
« Agosto 2018 »
DoLu MaMe GiVe Sa
   1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31
Ricerca nel sito
»

parlamentari documenti feste del pd cons.regionali lavoro e economia lavoro diritti solidarietà dichiarazioni elezioni enti locali giustizia sicurezza scuola feste ambiente elezioni e primarie elettorale diritti e solidarietà lavoro economia feste pd
Rassegna stampa
Il PD di Reggio Emilia su Facebook
 Partito Democratico Reggio Emilia - Via M.K. Gandhi 22 - 42123 Reggio Emilia - Tel: 0522-237901 - Fax: 0522-2379200 - C.F. 91141410356  - Privacy Policy

Il sito web di PD Reggio Emilia non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto