Home |  Organismi dirigenti  |  La rete dei Circoli  |  I nostri Eletti  |  Donne democratiche  |  Articoli  |  Materiali di Comunicazione  |  Newsletter  |  Link  |  Contatti  |
Feed RSS 
  mercoledi 21 novembre 2018 Partito Democratico Reggio Emilia
| Politiche_2018 | Dichiarazioni | Documenti | Ambiente | Enti Locali | Feste PD | Giustizia Sicurezza | Lavoro Economia | Scuola | Diritti solidarietÓ | Parlamentari | Cons.Regionali |
Un mondo all'altezza dei sogni che ho

1 dicembre 2016

Pubblicato in: AttualitÓ

Da troppo tempo sentiamo la litania di quanto i giovani siano importanti e di quanto i politici siano interessati al loro futuro. Ma in trent’anni non ho visto nessun passo concreto in questa direzione. In questi decenni il nostro paese ha continuato a funzionare con regole scritte quando il mondo era un altro.

Quando, a 28 anni, ho scelto di impegnarmi per la nostra Regione l’ho fatto perché non ero più disponibile ad attendere che qualcun altro costruisse il futuro per me. E adesso è il momento di assumerci una responsabilità per prenderci il nostro domani: nei prossimi tre giorni ci giochiamo i prossimi trent’anni.

Tocca a noi, domenica, decidere; tocca a noi scegliere tra cambiamento e immobilismo. Tocca a noi superare questo bicameralismo, causa di instabilità politica e lentezza decisionale. Tocca a noi ridurre il numero dei parlamentaritagliare i costi della politicaabolire enti inutili. Tocca a noi definire con chiarezza i rapporti fra Stato e Regioni andando verso una certezza dei diritti per tutti i cittadini italiani, ovunque essi risiedano.

C’è gente schierata con il fronte del NO che ha iniziato a fare politica ben prima che io nascessi, ora vorrebbero convincermi che per cambiare dovrei aspettare loro che sono stati immobili per trent’anni. Un'intera comitiva politica continua a raccontarci diversivi pur di non entrare nel vero merito del referendum: con il SI finalmente si cambia, con il no rimane tutto com’è. Con la vittoria del SI avremo la dimostrazione plastica che il nostro Paese è padrone del proprio destino e capace di riformare e riformarsi.

Domenica voteremo su questo. Non sul governo o sul destino personale di qualche politico. Difendere la Costituzione vuol dire salvarne i principi, ma non vuol dire impedirle di aggiornarsi per renderla capace di far funzionare meglio l’Italia di oggi e di domani. Chi vuole impedirlo è chi ha la testa e lo sguardo verso il passato.

Ho 30 anni, sono nata nella stagione delle occasioni perse, delle opportunità mancate, oggi non è più il momento di attendere. Grazie al passato e benvenuto al futuro con determinazione e coraggio. Io dico SI.

 



TAGS:
cons.regionali | 

Bookmark and Share





Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna

18 novembre 2017 - Matteo Renzi. Visita al Museo Casa Cervi dedicato alla storia dei movimenti contadini, dell'antifascismo e della Resistenza nelle campagne.
Agenda Appuntamenti
« Novembre 2018 »
DoLu MaMe GiVe Sa
    1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30
Ricerca nel sito
»

scuola feste pd ambiente enti locali lavoro e economia feste del pd elettorale documenti dichiarazioni elezioni e primarie elezioni parlamentari giustizia sicurezza feste lavoro economia diritti e solidarietà diritti solidarietà cons.regionali lavoro
Rassegna stampa
Il PD di Reggio Emilia su Facebook
 Partito Democratico Reggio Emilia - Via M.K. Gandhi 22 - 42123 Reggio Emilia - Tel: 0522-237901 - Fax: 0522-2379200 - C.F. 91141410356  - Privacy Policy

Il sito web di PD Reggio Emilia non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto