Home |  Organismi dirigenti  |  La rete dei Circoli  |  I nostri Eletti  |  Donne democratiche  |  Articoli  |  Materiali di Comunicazione  |  Newsletter  |  Link  |  Contatti  |
Feed RSS 
  martedi 23 ottobre 2018 Partito Democratico Reggio Emilia
| Politiche_2018 | Dichiarazioni | Documenti | Ambiente | Enti Locali | Feste PD | Giustizia Sicurezza | Lavoro Economia | Scuola | Diritti solidarietÓ | Parlamentari | Cons.Regionali |
Silvia Prodi sull'incidente ferroviario di Rubiera

4 marzo 2015

Pubblicato in: AttualitÓ

Bologna, 3 marzo 2015 – «Quanto è accaduto è paradigmatico delle molte criticità nella gestione dell'emergenza in materia di prevenzione e sicurezza, nell'offerta di trasporti alternativi e nelle comunicazioni verso i passeggeri». La sicurezza e i disagi legati al trasporto pendolare locale sono stati al centro dell’interrogazione presentata questa mattina dalla consigliera regionale Silvia Prodi insieme ai colleghi Valentina Ravaioli e Antonio Mumolo all’assessore regionale ai trasporti Raffaele Donini in merito allo scontro tra due treni verificatosi lo scorso 16 febbraio a Rubiera sulla linea Piacenza-Bologna. 

I consiglieri hanno richiesto la garanzia di strumenti risarcitori adeguati per i passeggeri e l’istituzione di un tavolo di confronto e discussione sui temi dei servizi e della sicurezza del trasporto ferroviario regionale allo scopo di monitorarne l’efficienza, per assicurare una più completa conoscenza del sistema integrato regionale e una sintesi efficace e rappresentativa a uso di chi dovrà compiere scelte politiche e gestionali a riguardo. 

In merito al rimando dell’assessore Donini al Comitato regionale utenti ferroviari Emilia Romagna (CRUFER), che ha il compito di interfacciarsi con i comitati pendolari con azione consultiva, Prodi ha ribadito la necessità che «il comitato riparta con procedure e mandato più strutturati rispetto alla precedente legislatura». La consigliera ha inoltre chiesto che «sia garantita una più completa partecipazione dei comitati pendolari, che veda l’inclusione dei consiglieri regionali interessati, al fine di facilitare loro lo svolgimento di un'effettiva funzione di raccordo con il territorio».

«Lo snodo di Rubiera pone inoltre un’ulteriore questione relativa alla sicurezza delle operazioni di manovra – ha precisato Prodi – legata alla prossimità dello scalo merci di Dinazzano e degli importanti snodi stradali attigui. Questo tipo di complessità merita un’attenzione e una cura particolari. Mentre infatti possiamo ritenere la rete ferroviaria ad alta velocità soddisfacente e rispondente alle aspettative dei fruitori e degli operatori, rimane molto da fare per migliorare il sistema sul piano della tratte convenzionali in modo da garantire a tutti, pendolari e viaggiatori, un servizio di alta qualità in grado di promuovere nei fatti anche uno spostamento culturale verso l’utilizzo del mezzo pubblico, che ha il minore impatto ambientale a parità di percorso»



TAGS:
dichiarazioni |  cons.regionali | 

Bookmark and Share





Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna

18 novembre 2017 - Matteo Renzi. Visita al Museo Casa Cervi dedicato alla storia dei movimenti contadini, dell'antifascismo e della Resistenza nelle campagne.
Agenda Appuntamenti
« Ottobre 2018 »
DoLu MaMe GiVe Sa
 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31
Ricerca nel sito
»

ambiente diritti e solidarietà enti locali scuola feste giustizia sicurezza elettorale feste del pd parlamentari documenti elezioni e primarie lavoro economia dichiarazioni cons.regionali elezioni feste pd lavoro e economia diritti solidarietà lavoro
Rassegna stampa
Il PD di Reggio Emilia su Facebook
 Partito Democratico Reggio Emilia - Via M.K. Gandhi 22 - 42123 Reggio Emilia - Tel: 0522-237901 - Fax: 0522-2379200 - C.F. 91141410356  - Privacy Policy

Il sito web di PD Reggio Emilia non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto